Molti ‘pro’ e pochi ‘contro’ nelle lavasciuga LG, pratiche, pluri-accessoriate e con una grande varietà di programmi sia in fase di lavaggio che di asciugatura. L’unico ‘contro’ segnalato dagli utilizzatori è la riduzione nei tempi di risposta del touchscreen deputato alla scelta dei programmi, ma è solo un piccolo ‘neo’ che non inficia la qualità delle lavasciuga LG e non pregiudica il plauso da parte di chi le ha provate ricavandone piena soddisfazione. Capienza elevata ed alte prestazioni rendono le lavasciuga LG ideali per le famiglie, anche perché a parità di funzioni costano meno di altri modelli sul mercato, attestandosi su un prezzo approssimativo di 430 euro, che per una lavasciuga è molto competitivo. I modelli LG montano il motore a Inverter, garantito 10 anni, ottimo per versatilità nei lavaggi e bassa rumorosità.

La gestione del display touch permette una scelta variegata di funzioni per lavaggio e asciugatura. Inoltre, essendo elettrodomestici rientranti in classe A, assicurano un sicuro risparmio energetico e idrico. La capienza media delle lavasciuga Lg si attesta sugli 8 kg in fase di lavaggio che diventano 5 nel successivo ciclo di asciugatura. La particolarità di questi modelli è data dalla tecnologia Tuesteam, che consiste nell’asciugare con getti di vapore, un sistema più rispettoso dei capi che escono dall’oblò meno stropicciati, senza pieghe e meno bisognosi del ferro. I modelli migliori si autoprogrammano anche in base al carico e al grado di umidità dei capi trattati. Il rispetto degli indumenti, anche quelli più delicati, permette anche il trattamento dei capi per neonati e bambini a temperature variabili, a seconda della tipologia e dei tessuti.

Da segnalare, inoltre, la particolarità del motore Direct Drive, collocato dietro al cestello, libero da cinghie e in grado di agire più liberamente e con funzioni personalizzate in base al programma impostato.

Questa caratteristica conferisce alle lavasciuga LG un’apprezzabile silenziosità e la sensibile riduzione delle vibrazioni. Altra tecnologia, sfruttata da questi modelli, è la Near Field Communication, una definizione difficile per dire una cosa facile, ossia la possibilità di dotarsi tramite un’apposita app di altri programmi di lavaggio online accostando lo smartphone alla sigla NFC collocata sul davanti dell’elettrodomestico, sul display del pannello di controllo. Per finire, un cenno alla centrifuga che nei modelli LG oscilla da un minimo di 400 a un massimo di 1400 giri al minuto. Se si hanno dubbi se acquistare una lavasciuga o un’asciugatrice si possono sciogliere leggendo il seguente articolo “Meglio la lavasciuga o l’asciugatrice? Mettiamole a confronto”.